29 ottobre 2019: ARAN, prima riunione del tavolo di trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro 2016-2018 dell’Area della dirigenza del comparto Funzioni Locali

Si è tenuto ieri, 29.10.2019, la prima riunione presso ARAN relativamente al rinnovo del CCNL Area funzioni locali, unico ancora non rinnovato, alla presenza dei veritici ARAN (presidente Naddeo, diriettore generale Rucco, consiglieri), del Comitato di Settore e delle organizzazioni rappresentative.

UNAEP era presente con il proprio Presidente Nazionale in delegazione con UILFPL.

L’Aran ha altresì evidenziato la complessità derivanti dalla convergenza di tre aree contrattuali (enti locali, Segretari comunali e PTA), in un unico contratto.

Tuttele organizzazioni sindacali presenti hanno evidenziato tematiche peculiari e tematiche comuni, quali le relazioni sindacali, l’armonizzazione delle differenze professionali, l’esigibilità della trattativa decentrata, la dimensione economica del rinnovo, e soprattutto la necessità di un ritorno alle specificità professionali.

ARAN ha espresso l’intenzione di conchiudere il rinnovo contrattuale in tempi rapi, atteso che la L. di Stabilità per il 2020 contine già le risorse anche per il nuovo triennio 2019-2021, attualmente in corso. A tal fine si è impegnata a presentare a tutte le organizzazioni la prima bozza di contratto entro un termine inferiore alle due settimane, e riconvocare le parti fra due settimane, utilizzando la metolodia già sperimentata per l’Area del Comparto Funzioni Centrali.

In merito al tema della professione dell’avvocato è stata citata dal Segretario Generale CODIRP la parte già inserita nel CCNL Area Funzioni Centrali appena sottoscritto, a cui ha rinviato per omogeneità. Un accenno è stato fatto anche da CISL, UIL e DIRETS.

Nelle conclusioni il presidente Aran ha espresso apprezzamento per i richiami alla disciplina delle relazioni sindacali delineata negli accordi degli altri comparti; ha ribadito il proposito di procedere speditamente nella discussione del CCNL, sottolineando la necessità di tener conto della cornice dettata dall’atto di indirizzo e delle risorse economico già fissate.

Al termine si è stabilito di aggiornare il Tavolo entro 14 giorni, per discutere nel concreto della prima bozza che fornirà previamente l’ARAN.

Tags: