Decreto TAR Parma su emergenza COVID-19 n. 14 del 9/3/2020

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE
PER L’EMILIA-ROMAGNA
SEZIONE DI PARMA
IL PRESIDENTE
Decreto n. 14/2020
Emergenza COVID- 19: rinvio delle udienze e misure precauzionali.
Il Presidente del Tribunale Amministrativo per l’Emilia- Romagna, sezione staccata di Parma
Visto il d.p.c.m. pubblicato nella G.U. n. 59 in data 8.3.2020, recante misure di contenimento
per contrastare l’emergenza da COVID-19 ;
Visto il decreto legge pubblicato nella G.U. n. 60 in data 8.3.2020;
Visto l’art. 3 del decreto legge relativo alle misure urgenti per contrastare l’emergenza
epidemiologica da COVID-19 e contenerne gli effetti in materia di giustizia amministrativa;
Ritenuta la necessità in attuazione delle disposizioni ivi contenute, in particolare al primo
comma del citato articolo 3, di disporre il rinvio delle udienze pubbliche e camerali già fissate
per l’udienza dell’ 11 marzo 2020 a data successiva al 22 marzo 2020;
ritenuta la necessità di disporre idonee misure precauzionali a tutela della salute del personale
in servizio e degli utenti del Tribunale;
DISPONE
Il rinvio d’ufficio dell’udienza pubblica dell’11 marzo 2020 all’udienza del 25 marzo 2020;
il rinvio d’ufficio dell’udienza camerale dell’ 11 marzo 2020 all’udienza del 25 marzo 2020,
salvo quanto previsto nel seguente periodo;
i procedimenti cautelari fissati per l’udienza dell’11 marzo 2020 e quelli promossi o pendenti
nel lasso di tempo intercorrente dalla data di entrata in vigore del decreto legge citato in
premessa e fino alla data del 22 marzo 2020 sono decisi, su istanza anche di una sola delle
parti, con il rito di cui all’art. 56 del c.p.a. e la relativa trattazione collegiale è fissata in data
immediatamente successiva al 22 marzo 2020;
dalla data di entrata in vigore del decreto legge citato e fino al 31 maggio 2020 sono inoltre
adottate le seguenti misure:
– L’accesso agli uffici giudiziari è limitata ai soli soggetti che devono svolgere attività urgenti,
previa prenotazione telefonica o telematica, in modo da evitare assembramenti; il personale
in servizio dovrà curare la convocazione degli utenti scaglionandola per orari fissi e adottare
ogni misura ritenuta idonea ad attuare la distanza di sicurezza interpersonale;
– Il Segretario Generale adotterà idoneo ordine di servizio al fine di limitare l’orario di apertura
al pubblico degli uffici ed al fine di dare attuazione alle misure precauzionali previste dal
presente decreto.
firmato Il Presidente
(Avv. Germana Panzironi)
Parma, 09 marzo 2020