Posts Taggati ‘compenso professionale’

TAR FVG, sent. n. 138 del 5/4/2017 – Compenso professionale. Illegittimo vincolo anno solare per liquidazione

Con la sentenza (scaricabile nel sito, Sezione Documentazione, cartella Compensi professionali), il TAR del Friuli accoglie il ricorso presentato dal collega Roberto Crucil, Segretario regionale UNAEP Friuli Venezia Giulia.

Il TAR annulla il vincolo dell’anno solare (ovvero possibilità di chiedere la liquidazione degli onorari SOLO per le sentenze dell’anno precedente), in quanto regola ritenuta illegittima (voluta  dalla Presidente Debora Serracchiani nel regolamento onorari), per violazione del regime inderogabile sulla prescrizione.

E’ stato riconosciuto il diritto di ciascun avvocato di chiedere arretrati nel limite della prescrizione e nel rispetto del tetto massimo annuo individuale.

La sentenza è poi interessante per ulteriori argomentazioni (il giudice esclude che i compensi professionali possano essere inseriti nel tetto individuale).

TAR Friuli Venezia Giulia, sent. n. 138 del 5 aprile 2017 – Compenso professionale Illegittimo vincolo anno solare per la liquidazione

Con la sentenza allegata, il TAR del Friuli accoglie il ricorso presentato dal collega Roberto Crucil, Segretario regionale UNAEP Friuli Venezia Giulia. Il TAR annulla il vincolo dell’anno solare (ovvero possibilità di chiedere la liquidazione degli onorari SOLO per le sentenze dell’anno precedente), in quanto regola ritenuta illegittima (voluta  dalla Presidente Debora Serracchiani nel regolamento onorari), per violazione del regime inderogabile sulla prescrizione. E’ stato riconosciuto il diritto di ciascun avvocato di chiedere arretrati nel limite della prescrizione e nel rispetto del tetto massimo annuo individuale. La sentenza è poi interessante per ulteriori argomentazioni (il giudice esclude che i compensi professionali possano essere inseriti nel tetto individuale).  

L’avvocato non può difendere gratis (Il Sole 24 Ore, 26 aprile 2017)

Il TAR Milano con la sentenza n. 902 del 19 aprile 2017 ha stabilito che non si può affidare un incarico legale esterno a prezzi troppo bassi (nel caso di specie, alle sole spese vive).

Esiste un tema di dignità e decoro della professione che va comunque salvaguardato, anche proprio nell’ottica della P.A., che deve avere la certezza di essere difesa non dall’avvocato più economico, ma da quello migliore.

Ecco perchè l’ente che ha una avvocatura interna professionale e preparata, è al riparo da tale problematica

Tribunale del Lavoro di Grosseto, sent. n. 79 del 22 marzo 2017 – IRAP

Il Giudice del lavoro di Grosseto, continuando nel solco costante della giurisprudenza della Corte dei Conti e del Lavoro, ribadisce  “E’ pacifico che l’IRAP sia imposta gravante sull’ente pubblico, nel caso specifico la Provincia di G., che è obbligato in proprio al pagamento nei confronti dell’erario”. Sicché  “(…) deve essere riconosciuta l’illegittimità del meccanismo adottato dalla Provincia di G. in quanto di fatto realizza una trattenuta delle somme spettanti al lavoratore dipendente in forza dell’accantonamento per il pagamento dell’IRAP gravante sull’ente”.