Interessante pronuncia sulla deroga all’annullamento ex tunc dell’atto impugnato (Cons. St., sez. I, 30 giugno 2020, n. 1233)

Innovando la giurisprudenza sul punto in sede di esame di ricorso straordinario, nell’accogliere il ricorso, il CDS ha differito l’annullamento di 180 giorni per consentire alle amministrazioni l’adozione di un nuovo Piano senza rinunciare alla lotta agli incendi nel periodo estivo.

Ciò per mitigare il principio di matrice statunitense dell’overruling (che lederebbe (troppo repentinamente) il legittimo affidamento sulla costante giurisprudenza, realizzando il prospective overruling, in forza del quale il giudice deve continuare ad applicare il precedente orientamento giurisprudenziale alla controversia portata alla sua attenzione, graduandone allora la decorrenza degli effetti.